CAI Como Escursionismo
Gruppo escursionismo
CAI Como
Escursioni e Attività promozionali 2018

Sono le occasioni per conoscerci e per approfondire un particolare argomento che riguarda la vita in montagna.
Informazioni di carattere generale

Il Gruppo Escursionismo si riunisce tutti i mercoledì dalle 21.00 presso la sede del CAI. Questo è il momento ed il luogo per chiedere informazioni, iscriversi o portare il proprio contributo.
L′adesione alle escursioni viene data di volta in volta ed è considerata valida all′atto del versamento della quota di partecipazione.
Di norma Le iscrizioni sono aperte sino al Mercoledì antecedente l′escursione.
La partenza delle escursioni è, di norma, fissata presso il piazzale della piscina di muggiò - Como, mentre l′orario sarà comunicato all′atto dell′iscrizione.
L′andare in montagna è un′attività che comporta dei rischi: è opportuno che ciascun escursionista ne sia consapevole. E′ altresì vero che partecipare ad un′escursione organizzata dal CAI e condotta da accompagnatori qualificati riduce questo rischio, ma non può certo eliminarlo completamente.
E′ utile che i partecipanti alle escursioni conoscano i comportamenti che aiutano gli accompagnatori nella riduzione dei rischi, ed anche per questo è importante il corso di escursionismo.
In particolare è necessario che i partecipanti:
  rispettino le indicazioni degli accompagnatori e non cerchino di seguire itinerari diversi da quelli prestabiliti;
  non si allontanino dal gruppo senza avvisare gli accompagnatori;
  si presentino alle escursioni con un′attrezzatura idonea.
Sono obbligatori gli scarponi da montagna, lo zaino ed un abbigliamento adeguato alla stagione ed alla quota raggiunta (gli accompagnatori sono disponibili a fornire ogni indicazione necessaria il Mercoledì sera).
Le escursioni, per quanto facili esse siano, richiedono un certo sforzo fisico: si consiglia pertanto di verificare la propria idoneità a svolgere attività in montagna presso il proprio medico di fiducia.
Le escursioni possono subire modifiche o essere interrotte ad insindacabile giudizio del responsabile.
Le modifiche saranno segnalate tramite la sezione Notizie di questo sito e per variazioni dopo il Mercoledì antecedente con comunicazione diretta agli iscritti.
Domenica 14 Gennaio
Nel cuore della Alpi innevate: Realp
Durata: 5 ore
Dislivello: 560mt [⇅]
Equipaggiamento: da escursionismo invernale, ciaspole, ghette e bastoncini, (consigliati ARTVA, pala e sonda. Noleggiabili presso sede CAI)
Difficoltà: EAI
Direttori di escursione: Antonio Benvenuti - Alessio Stasi
Prima uscita dell′anno sopra Andermatt, poco dopo il traforo del Gottardo. Il percorso segue, con piacevoli varianti, la strada innevata in direzione del Furka Pass, sui pendii soleggiati del Natschen con vista sulla Ursental, fino ad arrivare a Tiefenbach con l′omonimo rifugio (aperto). Il ritorno, per chi vuole, può essere fatto in slitta lungo la strada battuta del passo.

Domenica 21 Gennaio
Alla scoperta della Val Senagra
Durata: 3 ore
Dislivello: 200mt [⇅]
Equipaggiamento: da montagna
Difficoltà: T
Direttori di escursione: Giancarlo Bondì – Emanuela BIanchi
Una quercia di 300 anni, un Museo della valle, sentieri ben tenuti che ci permettono di visitare paesaggi e piccoli borghi poco frequentati dal turismo di massa, e, dulcis in fundo, un pranzo in un agriturismo immerso in un’incantevole conca: questa è la Val Senagra. Un’escursione appagante che non mancherà di soddisfare sia l’escursionista esperto che l’occasionale.

Domenica 4 Febbraio
Con le ciaspole in Val di Blenio: Capanna Bovarina
Durata: 4,30 ore
Dislivello: 600 m [⇅]
Equipaggiamento: da escursionismo invernale con ciaspole, ghette e bastoncini (consigliati ARTVA, pala e sonda. Noleggiabili presso sede CAI))
Difficoltà: EAI
Direttori di escursione: Donatella Figini – Stefano Bolzanella
Si ciaspola in Svizzera, nella splendida Val Blenio. L′itinerario, con partenza da Campo Blenio (1216 m.), non presenta grosse difficoltà, e, in meno di 3 ore di piacevole salita su mor bidi pendii, si raggiunge la Capanna Bovarina (1870 m.), sempre aperta in inverno anche senza gestore, dove potremo soggiornare e riscaldarci accendendo il bel fuoco della stufa interna. Il ritorno per lo stesso percorso in meno di 2 ore.

Giovedì 8 febbraio
Presentazione programma - Auditorium Don Guanella
Serata per illustrare le attività escursionistiche della nostra sezione con la partecipazione dell′ Rossano Libera che ci racconterà la sua "Montagna Silenziosa".
Domenica 18 Febbraio
Il Paradiso a portata di mano: Monte Cazzola
Durata: 5 ore
Dislivello: 700mt [↑]
Equipaggiamento: da escursionismo invernale con ciaspole, ghette, bastoncini. Obbligatori A.R.T.V.A., sonda e pala. Noleggiabili in sede CAI.
Difficoltà: EAI
Direttori di escursione: Marco Dominioni – Emanuela Bianchi
Con un viaggio auto di un paio d’ore andiamo a trovare un paradiso di neve, sole, panorami aperti. La ciaspolata inizia dalla piana dell’Alpe di Devero (1630 m.), all’interno del Parco Veglia-Devero e per non impegnative pendenze, in poco più di 2 ore e mezzo si sarà in vetta al Monte Cazzola (2330 m.). Divertente discesa per lasciarsi trasportare dalle ciaspole.

Sabato 24 Febbraio
Monte Bar al chiaro di luna
Durata: 4,30 ore
Dislivello: 850mt [⇅]
da escursionismo invernale con ciaspole, ghette, bastoncini, (consigliati A.R.T.V.A., sonda e pala. Noleggiabili in sede CAI)
Difficoltà: EAI
Direttori di escursione: Antonio Benvenuti – Paola Robustelli
Una ciaspolata suggestiva al chiar di luna sulle prealpi luganesi. Salita in notturna su un bellissimo balcone panoramico alle porte di Lugano. In piena val Colla lasceremo l’auto a Corticiasca (1003 m.) per salire senza grosse pendenze in direzione del Monte Bar (1816 m.) con possibilità di sostare alla Capanna Monte Bar (1600 m.).

Sabato 3 e Domenica 4 Marzo
Val di Campo - Rifugio Saoseo
Durata: 1 giorno 2 ore(+ 2h) - 2 giorno 5 ore
Dislivello: 1 giorno 550mt [↑] - 2 giorno 460mt [↑] 900mt [↓]
Equipaggiamento: da escursionismo invernale con ciaspole, ghette, bastoncini, (consigliati A.R.T.V.A., sonda e pala. Noleggiabili in sede CAI)
Difficoltà: EAI
Direttori di escursione: Marco Domignoni – Antonio Benvenuti
Due giorni di ciaspole nella bellissima Val di Campo (valle laterale della Val Poschiavina, che da Tirano sale al Bernina), lontano dal trambusto della città, col piacere di muoversi in un bianco ambiente naturale fatto di boschi, laghi e vette, in un’atmosfera fiabesca. Pernottamento nell’accogliente Rifugio Saoseo. Pernottamento nell' accogliente Rifugio Saoseo

Domenica 18 Marzo
Pizzoni di Laveno - Monte Nudo
Durata: 5 ore
Dislivello: 680 mt [↑]
Equipaggiamento: da media montagna
Difficoltà: E/EE
Direttori di escursione: Michele Rao – Roberto Belluschi
Sicuramente quella dei Pizzoni di Laveno ed del Monte Nudo è una delle escursionipiù belle e panoramiche del varesotto. Il percorso fa parte del 3V (via verde Varesina) e del AV(anello valcuviano) e si svolge in buona parte in compagnia del panorama sul Lago Maggiore e le montagne della Val Grande, con lo sfondo del Monte Rosa.

Domenica 8 Aprile
A picco sul mare nella Riviera di Levante - Levanto Monterosso
Durata: 4 ore
Dislivello: 330 mt [↑]
Equipaggiamento: da bassa montagna (facoltativo costume da bagno/telo mare)
Difficoltà: E
Direttori di escursione: Luigi Molteni – Francesca Migliavada
Incantevole escursione nel levante ligure lungo sentieri, panorami e colori aperti sul mare, sulla riviera e sulle Cinque Terre. L’escursione prevede la partenza da Levanto e la salita a Punta Mesco sino all’Eremo di Sant’Antonio del Mesco (risalente 1300) per poi ridiscendere lungo un tratto affacciato sulle Cinque Terre, che andremo a lambire con l' arrivo a Monterosso

Domenica 29 Aprile
L' isola che non c'è: Colonno - Sala Comacina
Durata: 6 ore
Dislivello: 1000 mt [↑]
Equipaggiamento: da media montagna
Difficoltà: EE
Direttori di escursione: Graziano Tettamanti - Giancarlo Bondì
Percorso interessante sia culturalmente che paesaggisticamente. Si parte da Colonno con pendenze che richiedono un discreto impegno fisico. La fatica è mitigata dalla dolcezza dei luoghi e dagli scorci panoramici sul lago di Como. Gli sguardi sono catturati dall’Isola Comacina, che vista da qui ricorda la schiena di un grosso cetaceo o di un dinosauro intento ad immergersi. Completeremo il nostro anello scendendo a Sala Comacina da dove, grazie alla Green Way, torneremo a Colonno

Domenica 13 Maggio
Tra Lago Maggiore e Lago di Lugano. Monte Tamaro – Monte Gradiccioli
Durata: 6 ore
Dislivello: 1190 m [⇅]
Equipaggiamento: da media montagna
Difficoltà: E
Francesca Migliavada – Milena Acerbi
Partendo da Neggia, dopo circa due ore siraggiunge la vetta del Tamaro con piacevole vista sul Lago Maggiore. Possibilità di fermarsi al rifugio oppure di proseguire tra larici e rododendri verso il Gradiccioli dalla cui cima potremo godere dei panorami tra Verbano e Ceresio.

Da Giovedì 24 a Lunedì 28 Maggio
Elba: Terra dagli infiniti orizzonti
Durata: 5 giorni di escursioni giornaliere con sede fissa
Dislivello: tra i 400 ed i 700m [↑]
Equipaggiamento: da trekking leggero
Difficoltà: E
Direttori di escursione: Anna Adami – Emanuela Bianchi
Un’oasi verde che emerge dalle acque del mar Tirreno, caratterizzata da splendide spiagge che si alternano ad alte scogliere e massicci granitici. Antiche miniere, paesi ricchi di storia e tipici borghi di pescatori, fortificazioni etrusche, unite a straordinarie bellezze naturali, che non finiscono mai di stupire: questa è l’isola d’Elba, la terra dagli infiniti orizzonti. Domenica 17 Giugno

Domenica 1 Luglio
Con gli amici del CAO al Lago Retico
Durata: 7 ore
Dislivello: 1100 mt [⇅]
Equipaggiamento: da alta montagna
Difficoltà: EE
Direttori di escursione: Germano Cantalupi – Michele Rao
Il sentiero parte da Sils e sale a zig zag in una zona rigogliosa fino al lago di Tscheppa (2616 m), che domina il lago di Silvaplana e da dove si ammira un panorama mozzafiato sulla regione dei laghi engadinesi. Si prosegue nel giro ad anello sotto il versante meridionale del Piz Polaschin, passando accanto a vari piccoli specchi d’acqua in direzione dell’imponente mole del Piz Julier che ci guida nel cammino. Si scende quindi verso la strada che conduce al Julierpss e, continuando sulla “Via Engadina” attraverso i boschi di cembri, si ritorna al punto di partenza.

Sabato 14 Luglio
Un Belvedere in Val Malenco - La Cima Fontana
Durata: 7 ore
Dislivello: 1050 mt
Equipaggiamento: da alta montagna
Difficoltà: EE
Direttori di escursione: Stefano Bolzanella – Anna Adami
La cima Fontana è una delle vette delle Alpi Retiche orientali del gruppo del Bernina. L’altezza (3070 m.) e la posizione distaccata ne fanno un osservatorio privilegiato sui pizzi Varuna, Palù, Zupò, Argient, sulla vedretta di Fellaria nonché sulle valli Campo-moro e Poschiavo.

Sabato 8 Settembre e Domenica 9 Settembre
Val Masino – dal rifugio Giannetti al rifugio Omio
Durata: 1 giorno ore - 2 giorno 3 ore
Dislivello: 1 giorno 1350 mt [↑]
- 2 giorno 100 mt [↑] - 1450 mt [↓]
Equipaggiamento: da alta montagna
Difficoltà: EE
Direttori di escursione: Luca Guzzetti - Graziano Tettamanti
La Val Masino è indubbiamente una delle valli fiore all’occhiello della Lombardia, in grado di regalare emozioni indescrivibili grazie ai suoi stupendi paesaggi. Partendo dai Bagni di Masino, punteremo al Rif. Gianetti per il pernottamento, raggiungibile dopo alcuni sali-scendi. Il secondo giorno saliremo al Passo Barbacan percorrendo alcuni tratti esposti dotati di catenelle, per poi tornare al punto di partenza passando per il Rif. Omio.

Sabato 22 Settembre
Laghi e colori della Val Gerola – Cima Piazzotti
Durata: 6 ore
Dislivello: 950 mt
Equipaggiamento: da media montagna
Difficoltà: E-EE
Direttori di escursione: Luigi Molteni - Germano Cantaluppi
La cima Fontana è una delle vette delle Alpi Retiche orientali del gruppo del Bernina. L’altezza (3070 m.) e la posizione distaccata ne fanno un osservatorio privilegiato sui pizzi Varuna, Palù, Zupò, Argient, sulla vedretta di Fellaria nonché sulle valli Campo-moro e Poschiavo.

Domenica 7 Ottobre
Alla scoperta delle Orobie: Laghi Gemelli
Durata: 5 ore
Dislivello: 900 m [⇅]
Equipaggiamento: da media montagna
Difficoltà: EE
Direttori di escursione: Milena Acerbi - Mauro Fontana
In Alta Val Brembana, partendo da Corona, si costeggia l’omonimo lago, si sale a zigzag lungo un bellissimo bosco di abeti e si raggiungere la diga del lago Marcio. Qui inizia il tipico paesaggio orobico: una serie di sali e scendi, passando alti sul lago delle Casere sempre accompagnati da un meraviglioso panorama, conducono al rifugio dei Laghi Gemelli. Possibilità, con mezz’ora in più di cammino, di compiere uno splendido giro ad anello per ammirare anche i laghi Becco e Colombo.

Sabato 13 Ottobre
Sentiero Attrezato
Durata: 6 ore
Dislivello: 800 mt[⇅]
Equipaggiamento: da montagna con imbrago, kit da ferrata e casco
Difficoltà: EEA
Direttori di escursione: Antonio Benvenuti - Paolo Figini
Esperienza adrenalinica in tutta sicurezza su un percorso diverso dal solito, una facile ferrata come divertimento per chi non ha mai provato a salire montagne se non per i normali sentieri.

Domenica 14 Ottobre
Castagnata e ultimi tepori del sole alla Capanna Gireglio
Riferimenti: Marzio Maraja - Mariarosa Romano
In un luogo dai sapori antichi, circondati da castagni centenari sulle montagne della Val d’Intelvi ci ritroviamo per trascorrere in compagnia una piacevole giornata assaporando castagne raccolte insieme.

Mercoledì 24 Ottobre e Domenica 28 Ottobre
Approfondimento Geologia
Direttori di escursione: Alessio Stasi - Guido Marchetto
Domenica 25 Novembre
La VIa dei Monti Lariani: un patrimonio da rivalorizzare
Durata: 4-5 ore
Dislivello: 600-700 mt [⇅]
Equipaggiamento: da media montagna
Difficoltà: E
Direttori di escursione: Roberto Belluschi - Francesca Migliavada
La Via dei Monti Lariani è un sentiero di norma frequentabile da escursionisti con preparazione elementare, che consente però di ammirare panorami mozzafiato. Percorreremo un tratto dello storico percorso, progettato dal Gruppo Escursionismo del CAI Como, che da Cernobbio collega località disseminate lungo le montagne della sponda occidentale del lago di Como, giungendo fino a Sorico dopo un tragitto di circa 125 km.

Mercoledi 19 Dicembre
Serata Natalizia
Una serata in sede per un brindisi e gli auguri di Natale è l’occasione per ricordare le escursioni dell’anno che si sta per concludere.

Sabato 22 Dicembre
Fiaccolata
Equipaggiamento: da montagna
Difficoltà: E
Direttori di escursione: Giancarlo Bondì - Paola Robustelli
Per ricordare un anno di escursioni e salutare l’arrivo del Natale, quale occasione migliore di una bella fiaccolata in compagnia su una montagna della nostra zona. Un brindisi in vetta e poi tutti in un vicino rifugio, dove ci aspetta la classica “buseca”..... e non solo !

Gradi di difficoltà dei sentieri delle escursioni proposte
T    : Turistico
E    : Escursionistico
EE  : Escursionistico per Esperti
EEA: Escursionistico per Esperti Attrezzati
EAI: Escursionistico in Ambiente Innevato